Intervista con Riccardo Leotta, vincitore della quinta tappa della Referee Run – Categoria Maschile Under 30

leotta-referee-run-1

di Nunzio Leone

La Sezione AIA di Acireale ha intervistato il fresco vincitore della quinta tappa della Referee Run – Categoria Maschile Under 30, l’acesissimo Riccardo Leotta. Egli ha portato in alto i colori della nostra sezione, riportando la vittoria nella categoria più competitiva dell’intera manifestazione.

Riccardo, te l’aspettavi questa vittoria?
Sinceramente no. Avendo lasciato da qualche anno l’atletica leggera a livello agonistico, non mi aspettavo di essere ancora in grado di poter tenere la testa del gruppo per questa 10 km.

Quando hai pensato che potevi vincere?
Sono partito abbastanza deciso; sono sempre stato uno che non si accontenta. Ho realizzato di potercela fare solo all’ultimo giro.

A chi dedichi questa vittoria?
A Floriana, la mia ragazza, che mi ha spinto a gareggiare anche quando pensavo di non potercela fare e mi ha spronato fino alla fine in ogni momento della gara; e a mio nonno Sebastiano, ormai il mio angelo custode.

Ti sei allenato per questa competizione?
Obiettivamente no, perché so cosa vuol dire preparare una gara podistica. Ho però continuato ad allenarmi col polo nazionale per le gare che ogni domenica arbitro, quindi non posso nemmeno considerarmi non allenato.

Che manifestazione è stata?
È stata una manifestazione organizzata nei minimi dettagli dalla sezione. Mi ha permesso di conoscere e rincontrare colleghi di altre sezioni  e quindi di concretizzare importanti valori per noi arbitri: l’amicizia e il gruppo.

La tua sezione, con in testa il presidente Giuseppe Raciti, è da tempo che lavora per organizzare questa manifestazione?
Organizzare una manifestazione così importante sicuramente ha richiesto del tempo, però, visti i risultati, è stato sicuramente tempo ben speso. Speriamo di poterla ripetere, magari nella nostra bellissima Acireale.

Tu sei il referente atletico per la Sezione AIA di Acireale. Cosa vuoi aggiungere per i tuoi colleghi?
L’impegno premia sempre, in un modo o nell’altro. Da quando ho cominciato a fare l’arbitro, anno dopo anno, mi sono prefissato sempre degli obiettivi, perché proprio questi ti stimolano a dare tutto te stesso. Quindi dico ai ragazzi di non mollare alla prima difficoltà, ma crederci sempre.

leotta-referee-run-2

Riccardo Leotta taglia il traguardo con il tempo di 43’33”

Complimenti Riccardo per questo successo a Trecastagni, sei uno che da l’anima in quello che fa e lo meriti. La Sezione AIA di Acireale, con in testa il Presidente, ti ringrazia perché porti in alto il nome della sezione acese. Sei davvero bravo!

FacebookTwitterGoogle+Condividi